Per conservare bene i tuoi mobili devi sapere che il legno é un materiale “vivo”, quindi risente dei cambi di temperatura e di umidità, quindi si “muove” cioé si dilata con l’umidità e si restringe con il caldo e con l’aria asciutta. E’ per questo motivo che i vecchi falegnami usavano pochissimo i chiodi e moltissimo gli incastri e i perni in legno per costruire i loro mobili, per consentire al legno di muoversi senza provocare danni o spaccature su piani e ante.

Un valido consiglio é quello di collocare i tuoi mobili in legno massello lontano da fonti di calore quali stufe o radiatori o da luoghi umidi.

Per la pulizia dei vostri mobili una regola sempre valida è quella di evitare l’uso di spray e prodotti chimici in genere. Usare quindi un panno appena umido eventualmente inumidito in acqua leggermente saponata (con sapone neutro).

Evitate sempre l’uso di detersivi solidi in polvere, pagliette e strofinacci con superfici ruvide;
è importante anche che il movimento di pulizia sia per quanto possibile parallelo alle venature del legno.

Per ravvivare il legno dei vostri mobili non usate mai prodotti spray, prendete della cera d’api e lucidate poi con un panno di lana.

Se il vostro mobile ha un graffio che ha riportato alla luce il colore naturale del legno, prendete un colore a cera come quelli da noi proposti nella tonalità del vostro mobile e strofinatelo sul graffio fino a coprire il difetto; lucidate poi con un panno di lana.

Nel vostro mobile compaiono dei forellini provocati dal tarlo?

Prendete una siringa con un ago abbastanza grosso e iniettate dentro i fori ammoniaca pura.